Blog

Terrae-motus

 

terremoto

Se qualcuno ritenesse che un terremoto fosse solo una questione di geologia, di movimento di sistemi di faglie, che naturalmente si spostano da secoli e continueranno a farlo dopo di noi, beh, si sbaglia.
Basti pensare alle reazioni diverse delle persone quando la terra trema.

Avere paura è normale quando tutto si muove, quando non sappiamo più quali sono i punti di riferimento né se reggeranno l’impatto.
Avere paura è normale quando la voce del terremoto rimbomba, quando sentiamo i calcinacci cadere, quando sentiamo che qualcosa crolla.
Avere paura è normale quando le scosse non si fermano per mesi.

E quando il terremoto arriva da fuori, ne scatena un altro dentro, a ricordarci i “terremoti” della nostra vita, così come il nostro essere fragile di fronte al mondo.
In un gioco al rialzo, il terremoto fuori e il terremoto dentro si rinforzano l’uno con l’altro.

Ci sono tanti terremoti che possono metterci in crisi: un trasferimento, un progetto migratorio, un cambio scuola, un matrimonio, la nascita di un figlio, la nascita di un 2 figlio, un lutto, la carcerazione, la malattia, ecc.

“La paura di perdere tutto”, “la paura di perdere le persone che amiamo” è sicuramente fonte di grande angoscia.
Avere paura è normale, ma quando avere paura diventa troppo frequente, quando diventa un malessere e un tormento quotidiano, occorre fare qualcosa per interrompere il circuito vizioso e recuperare il proprio benessere.

Tu hai vissuto un terremoto? Qual è il tuo terremoto?
Lascia un commento

This Post Has 0 Comments

Leave A Reply